CF

MENSH MADE: DOREEN WESTPHAL

MENSH MADE DOREEN WESTPHALCF_ Mensh Made è un marchio creato dalla designer Dooren Westphal, paesi bassi. I suoi gioielli sono incredibilmente semplici ma uniscono questa semplicità all’utilizzo delle nuove tecnologie; sono infatti interamente realizzati con la tecnica della stampa 3D, ed il prodotto finale è arricchito con altri materiali, come ad esempio il rame. Il prodotto finale è un prodotto semplice, bello, intelligente.

Mensh Made is a brand created by designer Dooren Westphal, Netherlands.Her jewels are incredibly simple but combine this simplicity with new technologies; they are in fact entirely made with the technique of 3D printing, and the final product is enriched with other materials, such as copper. The final product is a simple, beautiful, smart.

 

WANSHU LI: GO WITH THE GLOW

wanshu-li-go-with-the-glowCF_ Wanshu Li è una giovanissima designer cinese, laureata alla Edinburgh College of Art. La collezione “Go with the Glow” è ispirata all’ambiente marino: il fluire elegante e lento delle meduse. I gioielli sono realizzati in filo di nylon, che sotto la luce crea un effetto fluorescente molto particolare e, una volta indossati, si muovono seguendo il movimento del corpo e producendo anche un suono molto particolare. Il gioiello è per la designer un insieme di esperienze sensoriali, che coinvolgano la vista, il suono ed il tatto.

Wanshu Li is a young Chinese designer, graduated from Edinburgh College of Art. The collection “Go with the Glow” is inspired by the marine environment: the flow of jellyfish, elegant and slow. The jewels are made of nylon, which under the light creates a very special fluorescent effect. Wearing these jewel, the nylon threads follow the movement of the body, and it also produces a very distinctive sound. In fact, for her  the jewel must be a set of sensory experiences, involving sight, sound and touch.

ANDREA ĎURIANOVA: BUILT UP

andrea-%c4%8furianov%c3%a1-built-upCF_ Andrea Ďurianová è una giovane designer di gioielli slovacca, laureata a Bratislava nel 2011. Il gioiello “built up” (realizzato in acciaio inox) è ispirato all’architettura, che per la designer rappresenta un contenitore che separa l’interno dall’esterno, così come l’ambiente dal corpo, il corpo dalla mente. Le forme dure e rigide che utilizza, combinate con l’acciaio inox, rendono ancora più netta questa divisione.

Andrea Ďurianová is a young Slovak jewellery designer, graduated in Bratislava in 2011. The jewel “built-up” (made of stainless steel) is inspired by the architecture. The designer sees architecture as a container that separates the inside from the outside, as well as the environment from the body, the body from the mind. The harsh and rigid forms she uses, combined with stainless steel, make this division even more clear.

 

REVEKKA MOUSTAKI-ZEI : MICROORGANISM

revekka-moustaki-zei-microorganismCF_Revekka Moustaki-Zei è una giovane artista greca.  La sua spilla “Microorganism” nasce dal suo interesse per tutto ciò che si trova internamente al corpo, e che quindi non possiamo vedere.  Per questo decide di creare una spilla studiata per essere come un microorganismo visto al microscopio, qualcosa di interno al corpo ed invisibile, che viene reso visibile e collegato al corpo umano, esprimendo così il contrasto tra l’interno e l’esterno.

Revekka Moustaki-Zei is a young Greek artist. Her brooch “Microorganism” is born from her interest in everything that is inside the body, and therefore we can not see. For this she decides to create a brooch designed to be such as a microorganism seen under the microscope, something internal to the body and invisible, that is made visible and connected to the human body, expressing in this way the contrast between the interior and the exterior.

 

NIKI STYLIANOU: HYPHAINEIN

niki-stylianouhyphaineinCF_In quest’opera Niki Stylianou si ispira al mito del filo di Arianna, infatti il nome di questa collana è Hyphainein, una parola che in greco indica l’attività di cucire ma che letteralmente significa “rendere visibile”. Infatti nell’antica Grecia la tessitura era la principale forma di comunicazione delle donne. Per questo motivo la collana, fatta di plastica riciclata e cotone, dà significato a materiali poveri nello stesso modo in cui i tessuti davano voce alle donne.

Niki Stylianou in this work is inspired by the myth of Arianna’s thread, in fact the name of this necklace is Hyphainein, a word that in greek means the activity of sewing but which literally means “to make visible.” In fact, in ancient Greece weaving it was the main form of communication for women. For this reason, the necklace, made of recycled plastic and cotton, gives meaning to cheap materials like tissues gave voice to women.

 

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com